Scautismo Universitario

Mi chiamo Matteo Ferraro e da più di 13 anni sono uno scout, come la maggior parte dei ragazzi del sud Italia superata la maturità si “migra” al nord per intraprendere la propria carriera universitaria, così è stato anche per me, partendo da una città nel ragusano ho deciso di trasferirmi a Parma dove attualmente studio. Ed è proprio in questa città che ho scoperto la meravigliosa realtà dello scautismo universitario, infatti proprio a Parma si trova uno dei 5 clan, avendo preso la partenza nel mio clan di origine ho deciso di far parte della coca e proprio questo anno  inseme ad altri 3 ragazzi mi sono inserito nella staff di clan.

Il fenomeno della migrazione di centinaia di rover/scolte soprattutto dal sud verso il nord Italia non è un preblema marginale all’ interno della AGESCI anzi direi quasi primario, molti ragazzi sono costretti per motivi di studio ad abbandonare il proprio clan di origine e inequivocabilmente ad interrompere il propriocammino all’ interno della branca r/s.

Sono veramente pochi quei ragazzi che a furia di mille sacrifici riescono a mantere dei minimi contatti con la comunità di origine, nella stragrande maggioranza dei casi lo scout è costretto ad appendere il fazzolettone al chiodo e a riporre l’ uniforme nell’ armadio. Fortunatamente questo non è stato il mio destino anzi è stata per me una grande gioia vedere tanti ragazzi che seppur con accenti diversi erano accomunati dallo stesso desiderio di essere degli scout, non solo ma proprio da queste realtà che molti ahimè, nei vari comitati di zona, considerano amorfe e prive di significato si manifesta quello che è il vero spirito dello scautismo e in particolare quello dell’AGESCI uno spirito di VERA ACCOGLIENZA.

Il cammino è ancora lungo e faticoso ma chiediamo ancora qualche sacrifio soprattutto a chi sta “nei piani alti” se da una parte l’AGESCI si deve impegnare a dare delle certezze a queste comunità nate nel corso di vent’anni, dall’altra deve investire tutte le risorse possibili per far sì che in Italia nascano nuovi Clan Universitari in città dove si trovano rinomate sedi universitarie cito fra tutte “Torino, Firenze; Venezia, Perugia……” sarebbe veramente bello vedere tra qualche anno l’AGESCi maggiormente arricchita dalla realtà dello scautismo universitario.

Buona Strada

Matteo Ferraro – Parma

Nessun commento a "Scautismo Universitario"

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.
    I tuoi dati personali, che hai fornito spontaneamente, verranno utilizzati solo ed esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento.