3 risultati

Non fare l’asino!

A noi educatori il delicato compito di fornire la bussola, di aiutare i ragazzi a districarsi concentrandosi non tanto su cosa al momento appare più conveniente, o più facile, ma sull’individuazione dei propri talenti e soprattutto della propria vocazione.

Rendete ragione della speranza che è in voi (Capo catechista: ma chi, io?)

Essere catechista è un compito bello, prezioso, certamente sfidante ma eccezionalmente arricchente. Allora perché vede molti capi tirarsene indietro? Quali sono le difficoltà che un capo incontra oggi nell’essere catechista?

Lasciatemi in pace! (Costruire la pace in Co.Ca.)

A volte si pensa che la salute di una Comunità Capi sia correlata all’assenza di conflitti, quando piuttosto bisognerebbe imparare a non temere il conflitto e a vederlo non come una malattia ma come un processo fisiologico.